Cassaforte Vs Ladri

Una questione di tempo


Nel corso dei secoli, fin dai tempi Egizi, l'uomo ha sempre avuto tesori da custodire e per questo ha sempre avuto l'esigenza in qualche modo di tenerli al sicuro.

La cassaforte in senso stretto esiste da tempi immemori ma solo nel XIX secolo prende la forma pian piano del mezzo forte che conosciamo oggi e che ci dona l'idea di sicurezza.



Il tempo è prezioso


Qualcuno potrebbe non essere d'accordo ma una cassaforte è sicura tanto quanto il tempo che sarebbe necessario a scassinarla. In altre parole?

Una cassaforte non deve essere solo inattaccabile in ogni suo punto ma nel caso in cui fosse oggetto di scasso, più resiste più sarà sicura. Infatti durante una rapina i secondi sono fondamentali, il ladro non può concedersi troppo tempo per scassinare quindi potrebbe essere costretto a desistere. Inoltre se collegata ad un impianto di allarme renderebbe il tutto ancora più fastidioso e di lì a poco con la consapevolezza che arriverebbero le Forze di Polizia, dovrebbe scappare senza bottino.


Un gioco di attacco, difesa e viceversa


L'ingegno dei malintenzionati è molto fine, a tratti brillante e fantasioso.

Ogni volta sono in grado di "testare" la resistenza del mezzo forte con una risorsa diversa ed ogni volta offrono ai produttori di casseforti ispirazione per potenziare il livello di sicurezza.

I ladri disancorano la cassaforte portandola via?

Questa diventa sempre più pesante.

I ladri inseriscono all'interno della cassaforte materiale esplosivo tramite le fessure?

La cassaforte diventa senza il minimo spiraglio di luce.

I ladri prendono in ostaggio il Direttore della Banca per aprire la cassaforte?

La serratura diventa temporizzata.

E così via, come una sorta di battaglia a botte e risposta ma restano comunque dei punti fermi.

Sarà poco probabile difatti che il malintenzionato proverà ad "indovinare" la combinazione digitale che non conosce ma sarà più comune che provi sempre a forare e forzare la struttura con mezzi meccanici e termici.

Ecco perché da decenni ormai vi parliamo dell'importanza della certificazione antiscasso secondo le Linee Guida della Normativa UNI EN 1143-1.

Una cassaforte testata garantisce esattamente non solo una resistenza comprovata e coperta dalle maggiori Compagnie di Assicurazione ma anche un tempo di resistenza tanto elevato quanto il grado da 0 a VII o superiore che impone la Norma, un intervallo sicuramente utile a scongiurare il furto.


Scopri di più sulle casseforti certificate antiscasso

61 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti